Sanremo merda

– Sorry my english readers, this is gonna be a post in Italian. Yes, my very first, but it’s about that kind of stuff that can happen in our beloved country only. Sorry for the noise. –

Detto questo

Mi sono rotto i coglioni. Mi sono talmente rotto i coglioni che scrivo pure in Italiano. La demenza senile, l’ignoranza, il bigottismo di questo paese stanno toccando dei picchi a dir poco inimmaginabili che oggi sono stati suggellati da due visioni surreali. Ma prima ricordiamo di cosa stiamo parlando.

Sanremo, per chi se lo fosse dimenticato, è l’immagine più viva della decadenza, musicale e non, nel nostro paese.

Sanremo, ricordiamolo, è quel festival che ospita artisti come Povia, che fanno notizia solo perchè cercano uno scandalo a caso o un qualcosa di benefico. Ricordiamo che la sua presenza al festival è stata: con una canzone a scopo benefico fuori concorso, con una canzone sui piccioni suggellata con la partecipazione al family day, con una canzone contro i gay, e l’ultima con una canzone sul caso Englaro. Per la serie quando la musica la fa da padrona.

Sanremo, per chi l’avesse rimosso, è quel festival dove gli Afterhours portano una delle canzoni italiane più belle dell’anno (Il paese è reale), e vengono sbattuti fuori al primo turno.

Sanremo, se ci fosse bisogno di dirlo, ha bisogno di pagare qualunque ospite di caratura superiore ad Albano tonnellate di euro per farlo venire svogliato e piantarci figure di merda.

Sanremo, sempre che ve ne siate accorti, è quel festival dove gente che ha esordito 20 anni fa e canta musica che andava 50 anni fa, e solo nel nostro paese, ripropone sempre la stessa canzone con un testo inspiegabilmente sempre più banale (“L’amore non corrisposto è sempre amore” è uno degli esempi migliori dell’anno scorso), ma trova sempre una porta spalancata e nessun “fanculo”, che sarebbe più che lecito. In compenso chi porta qualcosa di diverso dalla solita solfa e di qualità (vedi Max Gazzè) è silurato all’istante.

Sanremo, giusto per dirlo, è la dimostrazione che gente con palle giganti che fa teatro, musical, e ha studiato anni, deve portare una canzonetta da festa di piazza per avere un po’ di visibilità. Che alla fine mantieni solo se sei una bella figa.

Potrei andare avanti per anni, ma dopotutto Sanremo è uno specchio del nostro paese di merda, peraltro sempre più fedele. Infatti da un paio d’anni a questa parte è dominato da “talent show” televisivi, l’anno scorso velatamente, quest’anno spudoratamente.

Alla luce di tutto questo, vi invito a visitare http://sanremolab.sanremomanifestazioni.com/ . “Per diventare famosi bisogna studiare”.

Io, che umilmente faccio musica, ci investo del tempo che non ho, dei soldi che non ho, e miro sempre a fare qualcosa che abbia un minimo di significato, come dovrei reagire a una frase del genere, detta da gente che si limita a dimostrare l’esatto opposto. Spiegatemi perchè certa gente che non sa nemmeno da dove si parte per cantare è sui vostri palchi. Spiegatemi perchè certa gente che calca i vostri palchi non sa nemmeno cosa voglia dire cromatismo. Spiegatemi per quale cazzo di motivo prendete per il culo la gente come me, che nella musica ci crede e la considera ancora una forma d’arte tra le più valide ed espressive.

E poi oggi si viene a sapere che Morgan viene escluso da Sanremo perchè ha dichiarato di fare uso di cocaina. Escluso da gente che senza dubbio ha le narici ben più sporche di lui. È un teatrino patetico, ma è tristemente ancora un punto di arrivo per chi fa musica: se sfondi a sanremo, è fatta. E tutto ciò è terribilmente, terribilmente triste.

Tuttavia, non riesco a togliermi quella frase di sanremo lab dalla testa. Beh, poi se guardi il sito ti accorgi di quanto costi l’iscrizione, di quali siano i corsi e quale sia la loro durata. Un vero e proprio conservatorio lampo, non c’è che dire. Ma chiunque faccia musica e non abbia un contratto milionario è davvero visto così tanto come un coglione?

Vaffanculo sanremo. Vaffanculo.

~ by Dario on 3 February, 2010.

6 Responses to “Sanremo merda”

  1. Scanu e Marco carta…….Sanremo è finito vince amici e il suo bel gruppetto di leccaculo della Filippi e Costanzo

  2. Anche Sanremo (del quale non me n’è comunque mai fregato granché) è definitivamente capitolato sotto i colpi delle schiere coprocratiche.
    Han vinto i figli della cattiva televisione, di Berlusconi (con l’avvento delle TV private, si accorsero che tette e culi facevano -ahimé- più audience di cultura, divertimento pulito e vero talento), e del lavaggio del cervello dei cultisti dell’ immagine.

    Ma chi è Filiberto di Savoia?!
    Ma che ha fatto di buono?!
    Ha talento? No.
    E’ simpatico? No.
    E’ un patetico omino che si prostituisce allo spettacolo e alla popolarità perché sembra si possa nutrire solo di visibilità: ci ha provato con la politica, con ballando sotto le stelle (bleah!), con Sanremo, e chissà con cosa altro ancora (non sono un amante della TV spazzatura, quindi altro non so).
    E cosa ha fatto per meritarsi tanta visibilità?
    NIENTE!!!

  3. (Scusa, prima mi è partito il post).
    Dicevo, in tv massima visibilità a caso.
    Non devi essere bravo, non devi essere colto, non devi essere simpatico (rare eccezioni come Bonolis sono in via di estinzione, e comunque tutto sommato poco visibili).
    Devi solo FAR LEVA SUGLI ISTINTI PRIMORDIALI: aggressività, arroganza e sesso.

    L’esempio perfetto è il “Grande Fratello”: una casa con individui sub-umani, con analoghe capacità intellettive e proprietà di linguaggio, ripresi 24h su 24 a non fare NULLA, eccetto dare sfoggio della loro scarsissima cultura e pessima educazione.

    Chi ha vinto Sanremo (che non ho seguito per senso di dignità)?
    Fantocci.
    E i veri cantanti italiani dove erano (a parte quei pochi esponenti che sono entrati)?
    Dov’ erano i Nomadi, Zero, Battiato, Branduardi, Guccini, Pezzali, Caparezza, Morandi ecc…?

    Hai ragione tu: ci va gente del cazzo con testi del cazzo!

    Nella Grande Torre del Male, che veglia sul popolo italiano, han capito che più il popolo è stupido, più è facile controllarlo.
    E quindi stanno cercando di renderci il più stupidi possibile, facendo leva sugli istinti umani e affossando quei programmi che possano, con i loro contenuti, sviluppare il lato migliore delle persone (quello che differenzia l’uomo dagli animali).
    I programmi di cultura e approfondimento a che ore li trasmettono?
    Quelli che smerdano politica, classe dirigente…quelli che parlano di truffe ai danni dei cittadini, dei raggiri, dei soprusi della casta nei loro riguardi, a che ora vanno in onda, se ci vanno?
    Alle 22.30-23.00, quando la gente oramai va a letto!

    Come la stanno riducendo, la nostra povera Italia, e come si stanno facendo ridurre, gli italiani!

    Saluti, connazionale!

    Grillalot

  4. Che tonnellate di merda..

  5. ..

  6. Non serve a un cazzo lamentarsi sempre, io sanremo l’ho sempre odiato(guardavo solo il festivalbar che era 100 volte meglio), il problema di noi/voi italiani è che quella cazzo di televisione continuate a guardarla….in ogni casa ci sono 3-4 televisioni in media di cui almeno una sempre accesa sulla merdaset o sulla ormai pseudo merdaset(rai)….
    Bisogna odiarla la televisione, smettere di pagare canoni ecc… vi volete vedere un film? Ci sono centinaia di migliaia di film in streaming, volete informazione ci sono i blog (non i siti di giornali di parte), volete sentire la musica la vera musica? C’è youtube e ci sono i forum per discuterne…Volete avere un pò di cultura? Ci sono i buon vecchi macchina del tempo, superquark et similia in streaming sul web…volete vedere le partite? Come sopra….e se avete voglia di dare aria al cervello sedetevi sul vostro divano, prendete una bibita fresca, buttate il telecomando dal balcone e leggete un buon libro….
    Io la tv la uso con un cazzo di cavo RGB dietro guardo tutto da internet…così non mi rifilano la merda che dicono loro, per fare propaganda politica e lobotomizzare gli italiani….

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

 
%d bloggers like this: